Rende, Miceli (M5S): “Scuole al freddo e al gelo”

Advertising

Scuole, Miceli (M5S): l’istruzione spartana di Manna

Istituti al freddo e al gelo. E il primo cittadino pensa alle elezioni provinciali (e al Pd)

Rende (Cs) – Dopo 20 giorni di stop per le vacanze di Natale il regalo dell’amministrazione Manna ai tanti studenti rendesi non si è fatto attendere facendo trovare le scuole al freddo e al gelo. Un regalo a perdere, proprio come questo esecutivo che brilla per mancanza di programmazione, di idee e di concretezza.

Dopotutto questi sono stati i giorni degli incontri, più o meno segreti, per decidere le liste delle consultazioni provinciali, per scoprire che il Laboratorio Civico tanto civico poi non è, ma è confluito nel Pd… Manna, in queste ore concitate, poteva mai prestare attenzione alla ripartenza dell’anno scolastico? Certamente no.

E così dal Villaggio Europa alla De Coubertin, dalla Stancati  a Santo Stefano, dal Centro Storico all’asilo di Saporito i nostri studenti hanno dovuto subire l’istruzione spartana del primo cittadino: aule senza riscaldamento e con l’acqua ghiacciata nelle tubature. A scuola con felpe e cappotti, è lo slogan dell’amministrazione Manna che come al solito latita dalle proprie responsabilità.

In diversi comuni calabresi, visto il brusco abbassamento della temperatura di questi giorni, ci si è premurati di accendere i riscaldamenti già da domenica, per controllarne il funzionamento, oppure di chiudere le scuole per la verifica degli impianti idraulici. Ieri sera invece lo staff e il Sindaco rassicuravano tutti, sicuri che sarebbe andato tutto bene. Si è visto stamattina che si trattava, purtroppo, dell’ennesima promessa a vuoto di questo esecutivo inaffidabile.

Domenico Miceli

Capogruppo Movimento 5 Stelle