Rende, Villaggio Europa: De Rose ricorda a Manna il market e la biblioteca

Manna favorisca la riapertura del “Market Europa” e con le risorse economiche derivanti dal canone riapra anche la biblioteca del villaggio e ne faccia sede delle associazioni del territorio.

E’ passato certamente ben oltre un anno da quando, raccogliendo una esigenza diffusa tra gli abitanti del Quartiere Europa di Rende, avevamo chiesto al sindaco Manna di attivarsi per favorire la riapertura di un supermercato negli stessi locali comunali dove un tempo c’era il “Market Europa”.

Purtroppo a tutt’oggi la nostra sollecitazione, e le continue richieste rivolte al sindaco direttamente dagli stessi cittadini del quartiere, non hanno avuto alcun riscontro, ed è per questo che siamo costretti a rinnovare in tal senso l’invito a provvedere.

Dobbiamo anche precisare che ci risulta che siano stati diversi gli imprenditori del settore della grande distribuzione che avrebbero manifestato la disponibilità a prendere in locazione i locali  per l’apertura di un supermercato di prossimità e che, tuttavia, in questi anni non si sia riusciti a completare l’iter amministrativo per favorire la riapertura.

E’ certamente superfluo aggiungere – almeno per chi conosce la realtà del quartiere – che l’età media dei residenti è oggi piuttosto alta, e molti di loro (non più giovanissimi) trarrebbero grande giovamento dall’apertura di un negozio di prossimità al quale rivolgersi per le esigenze della spesa quotidiana, senza per ogni bisogno dover attendere il mercato del giovedì.

Non solo i residenti beneficerebbero della riapertura ovviamente, ma siamo certi che anche i genitori, gli studenti e il corpo docente della vicina Scuola Falcone potrebbero apprezzarlo, consentendo loro di ottimizzare i tempi di una vita sempre più frenetica.

A tanto si aggiunga che la riapertura di un supermercato in quei locali oggi inutilizzati non solo darebbe un importante servizio ad un quartiere che da anni ne è sprovvisto, ma porterebbe (e non è cosa secondaria) anche importanti benefici economici direttamente nelle casse comunali che riceverebbero un canone di locazione stimabile in circa duemila euro mensili, al contempo impedendo l’inevitabile deterioramento per inutilizzo di quei locali di proprietà comunale.Una somma tra venti e trentamila euro annui che non è certo trascurabile e che consentirebbe al Comune di Rende di far fronte a qualche intervento in più tra i numerosi chiesti dalla cittadinanza.

Nella stessa occasione di oltre un anno fa, avevamo anche sollecitato il sindaco Manna a restituire alla città ed al quartiere Europa anche i locali della biblioteca che collocata nel contesto della stessa struttura del Villaggio Europa, risulta chiusa e inutilizzata ormai da diversi anni.

Dall’invito alla proposta il passo è molto breve, per questo oggi astenendoci da altri commenti, ci limitiamo a rinnovare l’invito ed a proporre al sindaco di favorire la riapertura del supermercato del Villaggio Europa e di destinare il canone di locazione che incasserà,  ai pochi lavori necessari a ripristinare i locali della locale biblioteca.

Oltre che riaprire la biblioteca (vista anche la chiusura nel frattempo di quella di Piazza Matteotti), gli stessi locali proponiamo che siano concessi in uso alle associazioni del territorio e, come suggerimmo ben oltre un anno fa, anche di farne la sede di quella bella realtà che è l’Auser di Rende (Università della Libera Età).

Non si tratta di fare altro che  attivare servizi a costi zero andando incontro alle esigenze della cittadinanza senza alcun impegno economico per il Comune, crediamo ci siano tutte le possibilità per il sindaco Manna di accogliere il nostro invito e passare dalle parole ai fatti.

Massimiliano De Rose

Rende Cambia Rende