Rissa al parco Nicholas Green: “guerra” tra due comitive di ragazzi

Tutto è cominciato intorno alle 19,30. La quiete del Parco Nicholas Green, un tempo Parco degli Ulivi, è stata decisamente profanata da una rissa furibonda tra ragazzi appartenenti a due comitive “rivali” che evidentemente si contendono il dominio territoriale del posto.
 
Una comitiva si diverte a giocare con i cani, l’altra con le biciclette. Da una “guardata storta” ad una parola di troppo, il passo è stato brevissimo e un ragazzo della comitiva dei ciclisti ha tirato fuori un coltello. Così dalla lite si è passati rapidamente alla rissa.
Pare che un ragazzo abbia dato un morso ad un altro e questi, per difendersi, gli abbia sferrato un pugno con tutti i sensi, mettendolo kappaò e costringendolo ad andare all’ospedale.
Il fatto è che questi ragazzi (una decina in tutto: cinque contro cinque) non erano proprio soli nella quiete del parco Nicholas Green. Per esempio, nella rissa è stata coinvolta anche una signora anziana, mamma di un ragazzo che ha partecipato al casino, che ha rimediato un calcione e se n’è tornata a casa con un piede gonfio. Ma in tanti, che passavano dalla zona per caso, hanno visto il parapiglia.
rissaMorale della favola: per far finire la rissa è stato necessario l’intervento dei carabinieri.
Il ragazzo armato di coltello (che comunque, per fortuna, non è stato usato) è subito scappato facendo perdere le proprie tracce, gli altri, tutti più o meno un po’ ammaccati, sono rimasti a spiegare le loro ragioni ai carabinieri. Uno di loro è stato portato in ospedale per essere medicato meglio ma niente di grave.
Si è chiusa così una serata balorda, che poteva finire anche molto peggio.