Rissa tra famiglie al Santuario di Paola: tutta colpa di un sms

Advertising

Maxi-rissa tra famiglie nel parcheggio del Santuario di San Francesco di Paola. A scatenarla una coppia di amanti “sgamati” nel piazzale della Basilica. Una tresca con tanto di sceneggiata che ha coinvolto due nuclei familiari di origine napoletana.

Galeotto un sms amoroso “intercettato” dalla moglie sul cellulare del marito che poi fugge via con l’amante e lascia a piedi la consorte e i suoi tre figli.

Apriti cielo: botte da orbi con calci, pugni e ceffoni tra gruppi contrapposti. Fino all’intervento dei militari del nucleo anti-terrorismo dislocati lungo il perimetro del Santuario per motivi di sicurezza.

Sul posto intervengono anche i carabinieri e la polizia.

Dopo minuti di grande tensione, la rissa viene sedata e tutti i protagonisti della vicenda finiscono in caserma. Per fortuna nessuno deve ricorrere alle cure del 118, ma un paio dovranno ora fare i conti con la giustizia perché denunciati a piede libero con l’accusa di rissa aggravata.