Roma, polizia corrotta: arrestati 6 agenti

ROMA – Una rete di corruzione che coinvolge agenti di polizia è stata portata alla luce da un’indagine dei carabinieri del Nucleo investigativo di Roma e dalla Squadra mobile della Questura. Otto persone sono finite in manette. Sei sono agenti di polizia, poi ci sono un dipendente della Procura di Roma e un pregiudicato. Un settimo poliziotto è stato raggiunto da una misura interdittiva. Le accuse sono pesanti: corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio, corruzione per l’esercizio della funzione, accesso abusivo al sistema informatico e rivelazione di segreti di ufficio. Le ordinanze sono state emesse dal Gip del tribunale di Roma, su richiesta della procura capitolina. (Fonte: Il Messaggero)

TANGENTI IN CAMBIO DI SEGRETI SULLE INCHIESTEUn terremoto ha scosso la polizia romana nelle scorse ore. Come riportato dai principali organi di informazione online, a cominciare dal quotidiano La Repubblica, sei poliziotti capitolini sono finiti in manette, con l’aggiunta di un dipendente della Procura di Roma, e di un pregiudicato. Un settimo poliziotto è stato invece raggiunto da una misura interdittiva. Un’indagine condotta dai carabinieri del Nucleo investigativo di Roma e dalla Squadra mobile della Questura, che ha portato alla luce una rete di corruzione che ha coinvolto appunto numerosi rappresentanti delle forze dell’ordine, con accuse pesantissime: tangenti in cambio di rivelazione di segreti sulle inchieste in corso da parte dei colleghi.

Le ordinanze sono state emesse dal Gip del tribunale romano, su richiesta della procura di Roma. Come riferisce il quotidiano Il Secolo XIX, i sei poliziotti arrestati venivano pagati per indagare e combattere il crimine, ma invece di svolgere il proprio lavoro quotidianamente, intascavano delle tangenti, e riferivano a terzi i segreti sulle varie inchieste portate a termine. AGGIORNAMENTO: I NOMI DEI POLIZIOTTI ARRESTATI (http://www.iacchite.com/roma-polizia-corrotta-ecco-i-nomi-degli-agenti-arrestati/)