Rose, non versava i contributi ai dipendenti: arresti domiciliari per un imprenditore

Nino Liguori
Advertising

I Carabinieri di Rose, in provincia di Cosenza, hanno arrestato e posto ai domiciliari un uomo di 60 anni, Nino Liguori.

L’uomo è stato condannato dal Tribunale di Cosenza a quattro mesi di reclusione per aver omesso di versare i contributi previdenziali per i suoi dipendenti per il periodo che va da settembre a dicembre del 2007 per complessivi 2.049 euro.

L’uomo risulta infatti amministratore della propria ditta edile.