Rossano, Corigliano e Cariati: esplode il caso ausiliari. “Ci rubano il lavoro”

Advertising

Egregio Direttore,

siamo un gruppo di Ausiliari Specializzati assunti da anni (dal 2009 e 2010) con contratti a tempo indeterminato, che operano negli ospedali di Rossano, Corigliano e Cariati, già riqualificati ad O.S.S. con formazione in servizio.

Teniamo a precisare che le nostre assunzioni a tempo indeterminato non sono abusive in quanto noi tutti lavoravamo a tempo determinato presso i nostri ospedali dal 2002, alternandoci ogni sei mesi, in base a regolari selezioni bandite dai Centri per l’impiego di Rossano e Corigliano.

In più le nostre assunzioni sono il frutto delle nostre lotte, occupazioni, articoli sui giornali, manifestazioni, cause di lavoro, esposti alla Procura, istanze agli organi competenti, ecc. iniziate nel 2005.

Prendiamo spunto dal Vostro articolo del 29/10/2016 su  “Ospedale dell’Annunziata, gli ausiliari si ribellano: «Vogliono rubarci il posto di lavoro»” per illustrare la situazione quasi analoga, ma se vogliamo più aberrante rispetto a quella dei colleghi dell’Annunziata, che si è venuta a creare nei nostri ospedali.

Ospedale dell’Annunziata, gli ausiliari si ribellano: “Vogliono rubarci il posto di lavoro”

Abbiamo inviato l’istanza come P.E.C. al Commissario Scura ed al Sub Commissario Urbani e per conoscenza al Presidente Oliverio, al Dirigente Generale Fatarella, nonché al Prefetto di Cosenza: inutile aggiungere che non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta.

Perciò o sono tutti in altre faccende affaccendati oppure hanno difficoltà a leggere le istanze inviate dai cittadini “qualunque”. Inoltre facciamo presente che il Procuratore di Cosenza ed il Procuratore di Castrovillari sono stati già allertati della nostra diffida, via P.E.C., nei confronti del D. G. dell’A.S.P. di Cosenza per sapere a quale titolo ed in base a quale fantomatica graduatoria siano stati assunti i famigerati O.S.S. nei nostri ospedali.

Le assunzioni di tali OSS  a tempo determinato tra l’altro sono avvenute in ritardo ad ottobre 2016, attingendo pare alla graduatoria del 2007 di cui si è già detto: in sintesi tali soggetti hanno rubato i posti di lavoro a noi ausiliari riqualificati e da parte nostra non abbiamo avuto nemmeno la possibilità di partecipare all’assegnazione di tali posti.

Siamo ancora in attesa di una risposta da parte del Dott. Mauro ma nel caso, come prevediamo, non ci sarà una risposta soddisfacente, sono già pronti gli esposti per le Procure.

Il Comitato degli Ausiliari/O.S.S. del Basso Jonio Cosentino

Il Presidente Giovanni Calabrò