Rossano, deposito di letame senza copertura. Sequestrata un’azienda agricola

Advertising

È ritenuto responsabile del reato di gestione di rifiuti non autorizzata, distruzione di bellezze naturali e abbandono di rifiuti. Per questo motivo la Polizia, i vigili e l’ufficio ambiente del Comune di Rossano hanno sequestrato l’azienda agricola di un uomo di 51 anni, P. G.

In occasione di un controllo nell’azienda dell’uomo, il personale operante avrebbe trovato, a 10 metri della stalla per bovini con annessa vasca per la raccolta rifiuti, un deposito di letame di 25 metri cubi senza pavimentazione e copertura. Il liquido proveniente dal deposito avrebbe attraversato una porzione del terreno dell’azienda per poi sfociare nel torrente Coserie.

A seguito della scoperta il personale ha chiesto l’intervento dell’Arpacal per avviare le indagini di campionamento. Il personale ha quindi sequestrato 1500 metri quadrati di azienda, lo scarico e le porzioni di terreno interessate dal riversamento del liquido.