Rossano, emergenza idrica: il Comune presenta denuncia penale contro ignoti

Il sindaco Mascaro
Advertising

Emergenza idrica, rispetto della legalità, tolleranza zero e repressione.

Partiranno controlli a tappeto su tutto il territorio di Rossano per individuare allacci abusivi ed utilizzi impropri.

L’Amministrazione Comunale presenterà denuncia penale contro ignoti. L’obiettivo è duplice: 1) sensibilizzare l’Autorità Giudiziaria ad iniziative di indagine e repressione senza precedenti; 2) tenendo conto che la carenza idrica è un dato tanto innegabile quanto ereditato da decenni, contribuire quanto meno ad una drastica riduzione dell’illegittimo utilizzo dell’acqua bene comune.

A darne notizia sono il sindaco Stefano Mascaro ed il vicesindaco Aldo Zagarese che nella mattinata di oggi, venerdì 5 agosto, presenteranno denuncia penale nei confronti di ignoti.

L’obiettivo – fanno sapere gli amministratori – è quello di vedere affiancato all’impegno dell’Esecutivo e della macchina comunale anche quello della Magistratura per contrastare il fenomeno purtroppo diffuso del furto d’acqua e dei numerosi abusi nell’utilizzo della risorsa idrica che diventano ancora più intollerabili alla luce della gravissima emergenza che la cittadinanza continua a subire.

Ad essere informati della decisione assunta sono stati anzi tutto dirigenti, responsabili e personale addetto al settore idrico nel corso di una riunione ad hoc sulla questione svoltasi in Sala Giunta alla presenza anche dell’assessore all’ambiente Giovanni De Simone e del Presidente del Consiglio Comunale Rosellina Madeo.