Rubinetti a secco in città: Occhiuto il solito vigliacco

Advertising

La vigliaccheria che contraddistingue questo sindaco sta tutta dentro a questa frase pronunciata durante la conferenza stampa, convocata d’urgenza, sulla questione “rubinetti a secco in città”: “Hanno provato a fermarmi con denunce, con la magistratura, pagando i detrattori”.

Dopo aver spiegato secondo lui dove sta il torto (Sorical, Incarnato, Oliverio) e dove sta la ragione (Occhiuto), il sindaco durante la conferenza stampa di ieri, si è lanciato in una serie di “denunce” che se fossimo in un paese normale dovrebbe presentarsi in procura (dai suoi amichetti)  d’urgenza, vista la gravità delle sue affermazioni.

Ma come sempre Occhiuto lancia il sasso e nasconde la mano. Come nel caso di questa affermazione.

Caro Occhiuto, se sei sicuro di quello che dici, e se sei diverso dagli Incarnato, dagli Oliverio e da tutta la banda criminale del PD, fai nomi e cognomi.  NOMI e COGNOMI dei detrattori pagati per colpirti, degli amici dei magistrati che ti tormentano, di chi ti denuncia.

Troppo facile restare nel “generico” sperando che la gente abbocchi. Troppo facile dire c’è “qualcuno“ che mi perseguita, senza mai dire chi è.

Occhiuto non si accontenta di lanciare accuse senza sostanziarle, va oltre, parla di assunzioni clientelari alla Sorical, anche qui senza fare mai un nome. Accusa Oliverio di aver formato una banda segreta formata da marpioni, con il compito di boicottare tutte le sue “valorose” azioni amministrative, con la complicità di magistrati, poliziotti, politici di livello, e delinquenti vari. Ovviamente anche in questo caso senza indicare personaggi, nomi, e situazioni.

%g0wh\Frmuoeg,]wO}ߘg

Insomma la conferenza stampa di ieri che doveva chiarire le responsabilità della mancata erogazione dell’acqua in città, si è trasformata nella classica passerella di VAVE di Occhiuto.

Ecco, per lui adesso il problema della mancanza d’acqua in città è risolto. Ha spiegato che lui non c’entra ed è perseguitato, quindi dobbiamo prendercela con i raccomandati della Sorical che non sappiamo chi sono, con i detrattori pagati che non sappiamo chi sono, con i magistrati corrotti che lo perseguitano che non sappiamo chi sono, con la squadra di sabotatori  di Incarnato che non sappiamo chi sono, con i marpioni di Oliverio che non sappiamo chi sono.

Occhiù te lo dico chiaro chiaro: sei un buffone, un pagliaccio e un vigliacco.

Fai i nomi se hai un po’ di dignità. Almeno sapremo a chi rivolgere le nostre imprecazioni ogni giorno. Ma vedrete che questo buffone di sindaco che continua ad intortarvi in tutti i modi, bene si guarderà dal fornirci le identità della pletora che secondo lui ostacola il suo finto lavoro.

La verità è che lui è bravo a scaricare le sue responsabilità sugli altri, perchè ha capito che il “sistema” funziona con la maggior parte dei cosentini creduloni che l’hanno votato. E per questo si sente tranquillo e le spara grosse, e di tutti i colori. Tanto non deve specificare niente, perché nessuno gli chiede di specificare.

Te lo dico io : FAI I NOMI DI QUESTE PERSONE.

Basta con la tua vergognosa vigliaccheria, se sei nel giusto parla, denuncia pubblicamente perché se è la verità quella che dici, non dovresti avere problemi a dirla tutta. Ma si sa che sei un grande chiacchierone e un gran bugiardo, in una parola sola: un cazzaro. E la verità è distante da te anni luce, come è distante la soluzione del problema dell’acqua per i cosentini.

GdD