San Lucido, le (ultime) malefatte del reuccio di pezza

Advertising

Molti lettori ci hanno inviato messaggi chiedendoci come mai ci siamo spostati a denunciare le malefatte di Paola ed in particolare della famiglia Sbano abbandonando San Lucido.

Non è affatto vero, cari amici lettori di San Lucido, la vostra bella cittadina è sempre nella nostra mente e nel nostro cuore dove non c’è certamente posto per quel reuccio di pezza del sindaco Pizzuti che pensa di governarvi con la protervia di un piccolo, ma proprio piccolo tiranno, forse il peggior amministratore della costa tirrenica ed il migliore (si fa per dire!) degli imbroglioni.

Dopo aver incassato il dissesto finanziario in cui per amor di verità è corresponsabile insieme al suo degno predecessore Antonio Staffa (altro personaggio da cui stare lontano in particolare se si vuole amministrare una cittadina come San Lucido), il reuccio di pezza, al secolo Dr. Roberto Pizzuti, ha continuato a sfasciare tutta la struttura comunale ed a spendere e spandere per cercare di far trovare alla commissione dissesto, solo debiti e che debiti.

Lo sfascio ha portato  allo smantellamento della polizia municipale. La comandante è stata spostata a dirigere l’ufficio contabilità dopo le dimissioni della ragioniera Caterina Bruno, sorella di un consigliere di minoranza mentre gli altri due vigili in organico, il nostro grande imbroglione, sindaco e reuccio di pezza, ha pensato bene di spostarli (per non aver obbedito ai suoi ordini) all’ufficio messi notificatori ed all’ufficio elettorale, disfacendo tutto l’ufficio di polizia municipale.

Non finisce qui l’opera devastante del reuccio di pezza, che ha disposto un contratto di consulenza esterna con un tecnico già impegnato in altri comuni e non è neanche certo se l’incarico è legittimo, ma figuratevi se a lui interessa tutto ciò.

Questo tecnico dovrebbe sorvegliare il lavoro ed il comportamento del tecnico comunale in pianta organica e poi riferire a suo genero, tecnico ormai a tempo pieno nel Comune con l’ultima parola sulle cose da fare.

Vi state chiedendo che c’entra il genero in tutto questo? Pare se lo stia chiedendo anche la procura della Repubblica di Paola.

Ultima perla, anche se questa la si sussurra soltanto: è in via d’uscita l’assessore Fabio Albanese. Dimissioni o altro non si sa bene e sapete con chi lo sostiuirà il nostro reuccio di pezza? Con un assessore esterno, un signore dipendente di un comune della costa tirrenica, che non avrà la delega al turismo (sic!) di Albanese ma la delega alle finanze affinché il nostro reuccio di pezza possa gestire meglio gli affari, quei pochi che ormai sono rimasti e non ancora dissestati. Pensiamo che possa bastare per riprendere il filo del governo di questo immenso traffichino che si fa chiamare sindaco ma altro non è che un reuccio di pezza.

Alla prossima e buone feste ….