San Marco Argentano, Progetto Comune: “Giulio Serra deve dimettersi”

Giulio Serra

Giulio Serra condannato dalla Corte dei conti. Ahinoi… l’avevamo previsto!

Sono passati appena tre anni da quando, in giorni caldi come questi, il gruppo Progetto Comune durante un’accesa campagna elettorale dai palchi dei comizi rammentava agli elettori che tra i candidati della lista opposta ve n’era uno che per ragioni di opportunità politica avrebbe fatto meglio a non ri-candidarsi per l’ennesima volta.

Oltre alle notevoli responsabilità che il consigliere Giulio Serra ha sulle decadenti attuali sorti del nostro comune, v’era e v’è tutt’oggi – ancor più di ieri – una ragione di natura più personale che avrebbe dovuto suggerirgli di stare fermo un giro: un’imputazione per peculato e distrazione personale di fondi pubblici regionali che pendeva sul suo capo come un macigno! All’epoca spiegammo che il tipo di reato ipotizzato dalle procure era particolarmente grave ed assolutamente incompatibile con il ruolo di consigliere… commettere peculato e distrarre fondi pubblici per interessi privati è condotta inammissibile per chi si propone di amministrare una cittadina.

Così non è stato, i nostri appelli non furono ascoltati. Serra da candidato è stato eletto, oggi risiede tra i banchi della maggioranza e da membro della maggioranza si è visto recapitare una inevitabile condanna da parte della Corte dei Conti, che fa da preludio alla prossima probabile condanna penale, facendo rimbalzare il proprio nome e quello di San Marco non per meriti politici e amministrativi, bensì per demeriti personali gestionali e politici di cui San Marco potrebbe certamente fare a meno.

Ebbene, non ci piace essere premonitori nefasti ma l’avevamo detto che ciò sarebbe successo, così come avevamo purtroppo preannunciato l’ulteriore decadimento sociale, politico e amministrativo del nostro amato paese, che oggi continuamente lamentiamo dai banchi dell’opposizione mentre i cittadini se ne lamentano nelle piazze.

Oggi come allora riteniamo gravissimo l’errore commesso, e ci permettiamo di suggerire una immediata soluzione a tutta la vicenda: DIMISSIONI! DIMISSIONI IMMEDIATE DA CONSIGLIERE COMUNALE così da attendere da normale privato cittadino la prossima sentenza del processo penale, che noi temiamo arriverà con una condanna (perché purtroppo arriverà) ed evitare l’onta di una sospensione imposta dal Prefetto che rovinerebbe ancor di più la sua reputazione e l’immagine tutta del nostro paese.

Non siamo giustizialisti, ma le carte parlano chiaro!

Se è innocente è giusto che Serra si difenda al meglio nel processo, e lo faccia senza coinvolgere in vicende affatto piacevoli il buon nome di San Marco Argentano.

Speriamo che questa volta ci ascolti!

Progetto Comune San Marco Argentano