San Nicola Arcella, Italia Nostra difende le spiagge libere: ecco cosa fanno i soliti affaristi

SAN NICOLA ARCELLA SPIAGGIA TUFO-ARCOMAGNO
Si vieta alla balneazione la bellissima spiaggia libera addossata alla scogliera in località Tufo per consentire ad un lido posizionato sulla spiaggia della Grotta del Prete di realizzare sul demanio pubblico un corridoio di lancio con proprio orario barca e cartellonistica con divieto di balneazione quando vi è un comodo percorso via terra per raggiungere la spiaggia della Grotta del Prete.
BRAVO COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA per l’uso che se ne fa del Demanio Marittimo e per come viene esercitata la delega regionale su tale area.San Nicola Arcella – Spiaggia della Grotta del Prete: spiaggia libera ADDIO!!!
Anche in questo tratto di costa rinomata per la sua bellezza selvaggia, la spiaggia libera è stata quasi del tutto cancellata da un corridoio di atterraggio per imbarcazioni (vedi foto) posizionato proprio al centro della spiaggia, non autorizzato, come ci hanno riferito, e quindi abusivo.

Non si sa chi lo abbia installato, certo è che esso per la sua estensione e per metri 10 da entrambi i lati per ragioni di sicurezza interdice la balneazione malgrado non vi sia alcun cartello e ciò rende ancora più insicuro e pericoloso il tratto. Di fatto gran parte della spiaggia non è balneabile.Ciò che rende assurda la vicenda è che a pochi metri di distanza (vedi foto) vi è un altro corridoio di atterraggio per imbarcazioni di uso pubblico, quindi quello posizionato all’interno della spiaggia libera non aveva alcuna ragione di essere fatto.

Il Comune di San Nicola Arcella è stato da tempo informato di tutto ciò, ma nulla si è mosso ed il corridoio abusivo è ancora là ad impedire la libera balneazione. Ci auguriamo che almeno la Guardia Costiera faccia qualcosa.

Italia Nostra – Sezione Alto Tirreno Cosentino