Sanità, Filippelli consegna 273mila euro freschi freschi alla Coop Sud e alla Sorriso onlus

L'ex commissario dell'Asp Gianfranco Filippelli
Advertising

Nonostante le voci insistenti che riguarderebbe un suo ormai prossimo “siluramento” da parte della Regione (è già in rampa di lancio il dottore Mauro), il commissario dell’Asp di Cosenza Gianfranco Filippelli continua a fare i suoi traffici e ad elargire i soldi della comunità ai soliti amici degli amici.

Oggi siamo in grado di annunciarvi che ha appena sfornato la delibera n. 1888, con la quale autorizza un cospicuo pagamento di prestazioni a due cooperative.

Si tratta della cooperativa sociale Coop Sud e della cooperativa sociale Sorriso onlus. 

E non si tratta di cifre basse, tutt’altro. 161mila euro 895,63 alla Sorriso onlus e 111mila 748,71 alla Coop Sud. Quali competenze residue relative all’anno in corso. Per un totale di quasi 300mila euro e… alla faccia nostra.

È alquanto curioso notare come il commissario Filippelli non abbia alcuna difficoltà a firmare la delibera “de quo” nonostante le segnalazioni negative fornite dalla dottoressa Pecoriello (già destinataria di avviso di garanzia), sulla procedura amministrativa  e sul servizio attuale ritenuto dalla stessa inefficiente.

La circostanza, al limite del paradossale, che emerge subito da questa delibera e che viene fatta notare dallo stesso Filippelli, fa quasi cadere le braccia a chi come noi cerca di ficcarci il  naso: il contratto con le cooperative è scaduto. Eppure, nonostante questo, il prode Filippelli va avanti come un treno. E dà il via libera al pagamento delle cooperative, anche con una certa premura a dire il vero, visto e considerato che tutti sanno che lo vogliono (finalmente!) fare fuori.

Ma questo non ci impedisce di formulargli una serie di domande, che poi sono quelle che gli rivolge tutta la città, che ormai ha imparato a conoscerlo.

Perché, nonostante i contratti siano scaduti, si consente alle cooperative di lavorare e quindi di pretendere il pagamento?  Perché non si fa una nuova gara?  Perché si decide di pagare nonostante le perplessità e i dubbi forniti e comunicati dal direttore dell’Unità Operative Cure Primarie dottoressa Lidia Palma Pecoriello?

Chi c’è dietro le due cooperative? Che fanno i revisori dei conti? Ricevono le delibere che vengono pubblicate? Se sì, le leggono o dormono?

Naturalmente, abbiamo anche altre curiosità da soddisfare.

  1. la dottoressa Pecoriello con la nota prot. N. 146517 fornisce una serie di perplessità sul servizio ma nello stesso tempo propone la delibera… ;
  2. Responsabile del procedimento è tale Sebastiano Mauceri, dipendente Asp in servizio con funzione di responsabile (Parco macchine) presso l’ufficio tecnico. Strano: la struttura proponente è la U.O.C. Cure Primarie e responsabile del procedimento è un dipendente dell’ufficio tecnico?

Ma all’Asp di Cosenza può succedere questo e tanto altro…