Sanità, Magorno rivela: “Abbiamo chiesto a Renzi di rimuovere i commissari”

Scura e Urbani
Advertising

“E’ arrivato il momento di sostituire i commissari alla Sanità in Calabria”.

Ernesto Magorno, segretario del PD calabrese, interpellato dall’agenzia Dire a margine dell’assemblea nazionale del PD, ribadisce la necessità di imprimere una svolta nella gestione della sanità in regione.

Un’esigenza sollevata anche dal consigliere regionale Giuseppe Aieta, che in un appello a Renzi chiede di risolvere il problema della sanità in Calabria. Intanto Aieta si è sospeso dal partito in aperta polemica con il commissariamento retto da Massimo Scura e Andrea Urbani, accusati di aver fatto lievitare la spesa sanitaria a fronte di una qualita’ dei servizi ai minimi storici.

Giuseppe Aieta
Giuseppe Aieta

“Mi pare che quella di Peppino Aieta è una scelta coraggiosa che interpreta pienamente il pensiero dei militanti calabresi- spiega Magorno- il sistema commissariale nella nostra regione ha fallito. In questi anni, con Scopelliti, non ci sono stati passi avanti. La gestione non ha dato i frutti che si attendevano. In particolare c’è un problema di incomunicabilità tra commissari e presidente della Regione”.

oliverio-magorno1Per il segretario del PD Calabria “è arrivato il momento di sostituire i commissari in modo che i nuovi possano ragionare con il presidente della Regione e trovare soluzioni adeguate a un settore nevralgico. E’ urgente e necessario”.

“Come PD Calabria- aggiunge- abbiamo chiesto al governo che si proceda in tal senso. E siamo fiduciosi che avvenga”.