Saracena, l’opposizione: “Intervenire subito all’isola ecologica”

COMUNICATO STAMPA

Saracena, l’opposizione: intervenire subito all’isola ecologica

L’approssimarsi della stagione estiva impone interventi risolutivi presso l’isola ecologica di Saracena. E’ da oltre un anno, probabilmente, che la frazione umida non viene smaltita, né la stessa è stata trasformata in compost, stante l’attuale impianto di lombricoltura (il poco compost estratto è di bassissima qualità, pressoché inutilizzabile, misto a materiali non biodegradabili, e necessiterebbe di ulteriore trattamento). Le lettiere dei lombrichi sono ormai stracolme, mentre al di fuori di esse continua senza sosta (né potrebbe essere altrimenti in questa situazione) l’accumulo di sacchetti dell’umido, con tutto quello che ne deriva, in termini di cattivo odore e di insetti, per le abitazioni vicine.

E’ del tutto evidente che l’attuale amministrazione comunale abbia trascurato del tutto questo problema, nonostante sia passato quasi un anno ormai dal suo insediamento, lasciando che la situazione si trascinasse (sarebbe proprio il caso di dire “marcisse”) fino ai livelli di oggi. Eppure, nel programma della lista “Sarabella” era scritto a chiare lettere che “per prima cosa bisognerà procedere immediatamente con la messa in sicurezza dell’Isola Ecologica”, per poi “valutare la realizzazione di un impianto moderno per produrre compost di qualità”. Dove? Quando?Se il sistema non è collassato è solo grazie all’eroismo dei lavoratori, che in condizioni difficili e con paghe da fame stanno comunque svolgendo il proprio lavoro.

In verità, stiamo registrando un peggioramento della gestione dei rifiuti che va anche al di là dell’isola ecologica e dei suoi problemi, con una raccolta differenziata che fa passi indietro e ed un paese nel complesso più sporco.

L’amministrazione comunale ha il dovere, a questo punto, di trovare una soluzione, “immediatamente”, valorizzando i lavoratori in una gestione più efficiente e produttiva. Spetta ad essa decidere come intervenire, ma tirare a campare non è più ammissibile.

Franco Senatore

Luigi Pandolfi

Leonide Spinelli