Scontri nel derby di febbraio 2015, indagati 19 catanzaresi e un cosentino

Advertising

(ANSA) – CATANZARO, 12 SET – La Procura della Repubblica di Catanzaro ha chiuso le indagini per venti persone ritenute responsabili dei disordini avvenuti prima e dopo il derby Catanzaro – Cosenza del 15 febbraio 2015. Gli indagati devono rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e lancio di materiale pericoloso.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti un gruppo di supporter catanzaresi, nel tentativo di entrare in contatto con i tifosi cosentini, avrebbe scagliato “petardi e corpi contundenti nei confronti degli operatori della Questura”.

Agli indagati viene contestato anche il danneggiamento di un’auto della Digos.
Un tifoso cosentino risulta invece indagato per essere entrato in campo a fine partita.

Gli indagati avranno ora venti giorni di tempo per chiedere alla Procura di essere interrogati o per presentare eventuali memorie difensive attraverso i rispettivi legali.