Serie A, il Crotone riaccende il sogno salvezza: 4-1 all’Empoli

Advertising

CROTONE – L’Empoli spreca il match point salvezza, il Crotone si regala l’ultimo pizzico di speranza. Il crocevia dello Scida, decisivo per la corsa alla permanenza in Serie A, se lo aggiudicano meritatamente i calabresi (4-1), che tornano a otto punti di distanza dai toscani e si ritrovano anche in vantaggio nello scontro diretto.

La possibilità di giocare per due risultati su tre ha frenato i ragazzi di Martusciello, apparsi meno concentrati difensivamente rispetto al solito. La differenza la fa Diego Falcinelli, che spezza la parità con un colpo di testa da bomber vero, sigilla su rigore e poi si concede addirittura il lusso della prima tripletta in Serie A.

APRE STOIAN, LA SORPRESA – Davide Nicola rinuncia al doppio centravanti: panchina per Trotta, spazio a Stoian sulla sinistra con relativo spostamento in avanti di Palladino. L’Empoli sembra una squadra con la pancia già piena mentre Ferrari e compagni lottano su ogni pallone.

Per gli azzurri pesano le assenze, specialmente quella di Laurini: Veseli soffre le pene dell’inferno a destra, in avvio va anche vicino due volte all’autogol, salvato da Skorupski.

Il vantaggio griffato Stoian è la conseguenza più logica, con il romeno che conclude benissimo con il destro a giro dopo un delizioso assist di Palladino.

Gli ospiti faticano a centrocampo, provano spesso il lancio lungo ed è da uno di questi che nasce il pareggio. Marilungo addomestica di petto per Mchedlidze, il cui mancino viene deviato da Ceccherini in maniera decisiva.

IL FALCINELLI SHOW – Sembrava un pomeriggio maledetto per Falcinelli, che sull’1-0 aveva esitato troppo al momento di concludere con il destro, facendosi rimontare da Dimarco. Una sensazione confermata dall’avvio di ripresa, con un sinistro rasoterra da due passi comodamente bloccato da Skorupski.

Ma nel calcio basta poco, come una deviazione di testa su una punizione calciata splendidamente da Barberis che fa esplodere il pubblico dello Scida. Falcinelli esulta togliendosi la maglia e urlando al cielo tutta la rabbia di una squadra che crede ancora nell’impresa.

L’Empoli rischia di crollare già sul colpo di testa di Palladino alla mezz’ora, l’unico sussulto lo firmano i due nuovi entrati, Maccarone e Thiam: tiro-cross del veterano che attraversa l’area piccola senza trovare la correzione in area del compagno di reparto.

Il recupero diventa una formalità per il Crotone grazie a Veseli, che abbatte scioccamente Stoian in area di rigore: Falcinelli trasforma dal dischetto e un minuto più tardi cala addirittura il poker con un preciso sinistro su assist di Rohden. Il Crotone prova a riaccendere il sogno salvezza, l’Empoli dovrà tornare a pedalare per evitare spiacevoli sorprese.

Fonte: Repubblica

CROTONE-EMPOLI 4-1 (1-1)

Crotone (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella; Rohden, Barberis (27′ st Capezzi), Crisetig, Stoian (49′ st Nalini); Falcinelli, Palladino (32′ st Trotta). (Festa, Viscovo, Dussenne, Claiton, Dussenne, Sampirisi, Gnahorè, Suljic, Acosty, Simy). All.: Nicola

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Veseli, Bellusci, Costa, Dimarco; Krunic, Diousse, Croce; Pucciarelli (41′ st Zajc); Marilungo (14′ st Maccarone), Mchedlidze (33′ st Thiam). (Pelagotti, Pugliesi, Cosic, Zambelli, Buchel, Mauri, Pereira). All.: Martusciello

Arbitro: Tagliavento

Reti: 24′ pt Stoian, 39′ pt Mchedlidze, 11′, 46′ (rig.) e 47′ st Falcinelli