Serie C, Rende-Lecce 0-1: sconfitta immeritata per i biancorossi

Il Rende perde in casa contro il Lecce (0-1) ma esce a testa alta dal confronto e recrimina a lungo per il gol annullato a due minuti dalla fine per una presunta carica di Actis Goretta al portiere, che avrebbe regalato ai biancorossi un pari strameritato. E per il diagonale di Blaze, che, al 93′, è uscito beffardamente di un soffio a lato. Il Lecce capitalizza al massimo un colpo di testa di Cosenza a una ventina di minuti dalla fine e continua a comandare il campionato, il Rende ferma la sua corsa ma con la consapevolezza di aver dato filo da torcere fino alla fine alla capolista.

LA CRONACA

Nel primo tempo la partita è noiosa. Unico sussulto al 13′ un colpo di resta di Rossini che finisce di poco oltre il palo della porta leccese. Poi azioni confuse da parte del Lecce, che non è riuscito a penetrare nell’area di rigore avversaria. Rende senza timori reverenziali ma anch’esso improduttivo.

Al 47′ gran tiro rasoterra di Armellino che Forte non trattiene, sul pallone si avventa Dubickas che deposita in rete, l’arbitro, però annulla per una posizione di fuorigioco dell’attaccante lituano.

Al 52′ Rende a pochissimi centimetri dal vantaggio. Cross di Rossini e preciso inserimento di Vivacqua il cui colpo di testa fa la barba al palo. Al 58′ giallorossi vicini al gol. Il nuovo entrato Di Piazza prende palla e una volta all’interno dell’area di rigore scocca un tiro di destro che termina di poco alto.

Al 69′ arriva il vantaggio dei giallorossi. Cross su punizione di Lepore e deviazione di un giallorosso, la sfera arriva al difensore centrale Cosenza che di testa insacca.

Al 73′ il tiro da fuori di Laaribi termina alto e un minuto dopo stessa sorta ha quello di Di Matteo. Al 76′ Di Piazza si divora letteralmente l’occasione per il raddoppio, quando, solo davanti a Forte, sbaglia clamorosamente il tiro. Al 78′ gran tiro dal limite di Franco sul quale Perucchini si oppone con un volo plastico. All’82′ il colpo di testa di Rossini termina di poco a lato. All’88′ i calabresi pareggiano, ma il direttore di gara annulla per una carica su Perucchini. Al 93′ ancora brivido in casa Lecce con il rasoterra di Blaze di pochissimo fuori. RENDE-LECCE 0-1
Marcatori: Cosenza 68′
Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza

RENDE: Forte, Pambianchi, Sanzone, Gigliotti (Viteritti 67′), Ricciardo (Actis Goretta 74′), Rossini, Franco, Blaze, Porcaro, Vivacqua (Ferreira 74′), Laaribi. A disp.: De Brasi, Viteritti, Boscaglia, Marchio, Piromallo, Actis Goretta, Coppola, Felleca, Godano, Calvanese, Cuomo, Ferreira. All. Trocini

LECCE: Perucchini, Mancosu, Cosenza, Arrigoni (Megelaitis 66′), Lepore, Marino, Caturano (Di Piazza 52′), Dubickas (Persano 66′), Tsonev (Torromino 58′), Armellino, Legittimo (Di Matteo 66′). A disp.: Chironi, Vicino, Riccardi, Di Matteo, Torromino, Di Piazza, Valeri, Megelaitis, Ciancio, Gambardella, Persano. All. Liverani