Siderno, nuovo colpo al clan Commisso: confisca di beni immobili per 6 milioni di euro

Advertising

La Polizia di Stato ha messo a segno un ulteriore attacco agli interessi criminali della cosca di ‘ndrangheta dei “Commisso”, operante nel comune di Siderno e con ramificazioni nel Nord Italia e in Canada.

Questa mattina, ad esito di una complessa attività investigativa svolta dalla locale Divisione Polizia Anticrimine e dal Commissariato P.S. di Siderno e coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia -Sezione Misure di Prevenzione – di Reggio Calabria è stata data esecuzione a un decreto di confisca di beni immobili per un valore di 6 milioni di euro, emesso dal Tribunale di Reggio Calabria – Sezione Misure di Prevenzione- nei confronti di Michele Correale, di 57 anni, in atto detenuto; Giuseppe Correale, di 69 anni, in atto detenuto; Paolo Correale, di 38 anni; Michele Reale, di 58 anni, tutti componenti del clan “Commisso” ed eredi di Domenico Futia, deceduto.