“Sistema Rende”, scarcerato Sandro Principe

Advertising

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha revocato la misura degli arresti domiciliari per Sandro Primcipe, ex parlamentare e sottosegretario al Lavoro ed ex sindaco di Rende, coinvolto nell’inchiesta della DDA di Catanzaro denominata “Sistema Rende”. 

Secondo il Riesame è venuta meno l’esigenza cautelare, ovvero per Principe non sussiste il pericolo di reiterazione del reato. Principe era ai domiciliari dal 23 marzo scorso, giorno dell’operazione.

E’ accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione elettorale. Il pm Pierpaolo Bruni ritiene che a Rende tutte le attività illecite nell’ambito della gestione del Comune fossero riconducibili a lui. La scarcerazione di Principe non incide più di tanto sull’impianto accusatorio. Ora l’interesse di tutta la comunità dev’essere concentrato su un processo equo e soprattutto veloce.