“Sono un operaio delle cooperative: non votate Occhiuto”

Da sinistra: Cannizzaro, il questore Anzalone, Occhiuto e Potestio
Advertising

Gent.mo Iacchite’

Sono un operaio delle cooperative sociali e mi chiedo come mai i miei colleghi non si rendono conto del male che l’ex sindaco Occhiuto ci ha fatto.

Chiedo ai miei colleghi, costretti alle dimissioni su ordine di quell’incompetente della dirigente Mossuto, capace solo ad andare a pascolare pecore (altro che dirigere persone!), con tutto il rispetto per le pecore…, per lavorare con la ditta di pulizie a soli 380 euro inclusa tredicesima e TFR…, di non votare Occhiuto.

Perché?

Occhiuto ha tolto i soldi del nostro stipendio per darli alla cooperativa Semper, capeggiata dal già famoso lecchino del sindaco, con una determina di 75mila euro fuori gara.

Quindi vi dico: pensate a chi andate a votare. Occhiuto a noi delle cooperative non ci ha mai potuto sopportare, ci ha tenuti a distanza, ci ha umiliati, ci ha messo l’uno contro l’altro, ci ha tolto la dignità, non ci ha dato garanzie. Non illudetevi per le promesse che vi sta facendo in campagna elettorale.

Un operaio delle cooperative