Sparatoria a San Gregorio d’Ippona, si costituiscono il figlio e il nipote del boss Mancuso

Advertising

Luigi e Giuseppe Mancuso, rispettivamente di 24 e 21 anni: il primo è figlio del boss di Limbadi, Giuseppe (67 anni), attualmente al 41 bis dopo essere stato condannato nell’ambito nel processo “Tirreno”; il secondo è invece figlio di Domenico Mancuso (41), nipote di Giuseppe.

Entrambi i giovani si sono presentati da soli, stamani, ai Carabinieri di Vibo Valentia e sono stati sottoposti a fermo di indiziato di delitto in relazione alla sparatoria avvenuta sabato scorso a San Gregorio d’Ippona, in pieno centro, dove furono ritrovati una quarantina di bossoli. Una trama che ha fatto istintivamente pensare ad un film d’azione. 

Luigi e Giuseppe Mancuso sono accusati di tentato omicidio, detenzione di armi, spari in luogo pubblico e danneggiamento aggravato.