Sparatoria di Taverna di Montalto, la pistola gettata in un torrente

Cristian Pastura
Advertising

I carabinieri hanno arrestato Cristian Pastura, il 25enne di San Benedetto Ullano che ha sparato a due marocchini nel corso della notte davanti ad un bar di Taverna di Montalto Uffugo.

L’aggressore, rintracciato dopo il fatto nella sua abitazione, ha ammesso di aver sparato ai due, in quanto riteneva che gli avessero rigato l’auto, una Alfa Romeo 156 intestata alla madre, che presentava una rigatura sul cofano. Un vetro posteriore era stato poi rotto nel corso della colluttazione che il Pastura e un gruppo di suoi amici hanno avuto con un gruppo di marocchini.

Il giovane ha raccontato che, dopo il diverbio con i due, che non hanno ammesso di aver rigato la sua auto, era tornato a casa per prendere la pistola. Poi e’ ritornato al bar per vendicarsi. La pistola, detenuta illegalmente, sarebbe stata, in seguito, gettata in un torrente.

Il giovane e’ stato portato nel carcere di Cosenza.