Spezzano Albanese, discarica abusiva in un capannone: tre denunce

Advertising

Tre persone sono state denunciate nel corso di attività di controllo da parte dei carabinieri di San Sosti e San Marco Argentano per gestione di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in assenza di autorizzazione e realizzazione di discarica abusiva e l’area è stata sequestrata.

Gli agenti dell’Arma in località Infascinato a Spezzano Albanese hanno trovato, all’interno di un terreno di proprietà di una coppia di Villapiana e adibito a capannone industriale, una discarica di rifiuti a cielo aperto.

La discarica sorge su di un’area di circa 2000 metri quadrati. I rifiuti, tra cui pneumatici usurati, materiale ferroso, bombole di gas, marmitte di autovetture, parti meccaniche di motori, plastica, batterie esauste, apparecchiature elettroniche come lavatrici, frigoriferi muniti di motorini contenenti gas cfc, lavastoviglie, cucine sarebbero stati depositati in modo incontrollato e soggetti all’intemperie con potenziale inquinamento delle falde acquifere.

Dai primi accertamenti effettuati, sarebbe comparsa una terza persona che, originaria di Corigliano Calabro, sarebbe stata autorizzata dalla coppia a parcheggiare all’interno della proprietà alcuni mezzi, senza sapere che la proprietà sarebbe stata usata come discarica.

Sull’area interessata non sarebbero stati installati sistema antincendio, cartellonistica. Per questo motivo le 3 persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Castrovillari per i reati di gestione di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi in assenza di autorizzazione e realizzazione di discarica abusiva.