Tim Cup, al Cosenza basta un gol di Cavallaro. Domenica prossima il Bari

Advertising

COSENZA-FRATTESE 1-0

COSENZA: Perina, D’Anna, Pinna, Capece, Tedeschi, Blondett, Criaco, Ranieri (88′ Bilotta), Gambino, Cavallaro, Appiah (57′ Baclet). A disposizione: Saracco, Bilotta, Meroni, De Luca, Collocolo, Trombino, Baclet, Stranges, Quintero. Allenatore: Roselli

NEROSTELLATI FRATTESE: Pardo, Calamaio, Acampora, Costanzo, Tommasini, Varchetta, Vacca (80′ Angelillo), Ausiello (46′ Liccardo), Longo, Ragosta (72′ Ficarrotta), Da Dalt. A disposizione: Rinaldi, Ficarrotta, Liccardo, Ammaturo, Mandica, Angelillo, Granillo, Del Prete, Pizza. Allenatore: Liquidato

ARBITRO: Mastrodonato

MARCATORE: 8′ Cavallaro

Il Cosenza batte la Frattese davanti al pubblico amico del “Gigi Marulla” (appena 1.365 paganti, tanti i tifosi che si sono lamentati dei prezzi stabiliti dal presidente Guarascio) e si qualifica per il secondo turno della Tim Cup. Domenica prossima i Lupi saranno di scena al San Nicola, dove troveranno il Bari, squadra che milita in Serie B, ha grande tradizione e naturalmente grandi ambizioni. Un test che sarà certamente più probante di quello di stasera.

I Lupi hanno segnato subito il gol del vantaggio e sulla prodezza del redivivo Cavallaro hanno costruito la vittoria. Correva il minuto numero 8. Il giovane ghanese Appiah (classe 1997), attaccante scuola Inter arrivato da poche ore a Cosenza e sceso in campo a sorpresa al posto di Baclet, lancia in verticale Cavallaro. Il fantasista parte dalla sinistra, si accentra e insacca con un gran destro a giro. Era quello che ci voleva per chiudere una lunga fase polemica tra il calciatore e la piazza, che lo ha giustamente applaudito sancendo la fine delle tensioni.

csIl Cosenza ha avuto diverse occasioni per raddoppiare e chiudere la partita, specie con l’attaccante Gambino e con Blondett ma non è stato abbastanza lucido da approfittarne. La Frattese, dal canto suo, non ha mai impensierito seriamente il portiere Perina.

Tra i singoli, il giovane Appiah è stato certamente uno tra i più positivi fino a quando è rimasto in campo. Bene anche Cavallaro, che sembra voler ripartire da presupposti nuovi in questa sua seconda stagione a Cosenza e ottima impressione hanno destato anche i nuovi D’Anna, Capece e Gambino. Esordio in prima squadra negli ultimi minuti per il baby Bilotta (classe ’98).

Non ci poteva essere certo spettacolo e brillantezza, visto che siamo al 31 di luglio e la preparazione è cominciata solo una decina di giorni fa. Contava solo il risultato ed è arrivato. Ora testa alla sfida di prestigio di Bari.