Traffico di rifiuti, la Commissione d’inchiesta è in Calabria

Advertising

Una delegazione della Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, guidata dal presidente Alessandro Bratti, è da oggi in Calabria per una serie di sopralluoghi.

Tappe previste: Gioia Tauro, Amantea e Crotone.

La Commissione sta compiendo su tutto il territorio nazionale una disamina della situazione nei principali porti, considerate possibili tappe del traffico di rifiuti da parte delle ecomafie, ed il lavoro è alle battute finali.

“Quello di Gioia Tauro – ha detto stamane Bratti in occasione della visita in città – è uno scalo di grande interesse perchè è un porto di passaggio di grande rilevanza. Cercheremo di approfondire ciò che succede nello scalo anche riguardo a possibili fonti d’inquinamento all’interno dell’area portuale”.

Ad Amantea la commissione parteciperà a una manifestazione in memoria del capitano Natale De Grazia, morto in circostanze sospette proprio mentre indagava su un traffico di scorie radioattive. Chi non ricorda la “Jolly Rosso”?

“Negli anni passati – scriveva qualche tempo fa Rifondazione Comunista – fiumi di inchiostro e di caratteri informatici sono colati ed hanno tracimato i confini di questa regione per raccontarci dell’avvelenamento avvenuto nei nostri mari violati e nella nostra terra profanata.

natale_de_grazia

Negli anni passati ed in quelli che viviamo pochi ed isolatissimi uomini coraggiosi che lavoravano e lavorano con dignità in alcuni organi istituzionali di questa Repubblica, per fare il loro dovere e per amore della loro terra, hanno subito e subiscono vessazioni ed angherie di ogni tipo e, come nel caso dell’indimenticato Capitano Natale De Grazia, hanno pagato persino con la vita per questa loro dedizione ad uno stato ed a delle istituzioni che non li meritavano e non li meritano”.

“Noi non possiamo certo aspettarci più nulla – aggiungeva Rifondazione – da coloro che, imperanti nello stato, nella regione, nelle province, nelle istituzioni, nelle forze politiche e nelle organizzazioni sociali e nelle nostre comunità hanno permesso, direttamente ed indirettamente, che ciò avvenisse”.

A Crotone, infine, la Commissione verificherà lo stato degli interventi finalizzati alla bonifica dell’ex polo industriale cittadino.