Tragedia a Lorica, la CGIL si costituirà parte civile nel processo

Advertising

Finalmente si è interrotto il silenzio sulla tragedia di Lorica. La CGIL ha diramato una nota nella quale annuncia iniziative a tutela della sicurezza dei lavoratori.

“Ancora, l’ennesima, morte sul lavoro. A Lorica (Comune di Pedace) nel cantiere di costruzione del nuovo impianto di risalita ha perso tragicamente la vita l’operaio Enzo Bloise, ed un suo collega è rimasto gravemente ferito.

Entrambi, alle dipendenze della ditta subappaltatrice Basso che sta installando le seggiovie trasportatrici, per motivazioni tutte da accertare, sono precipitati con le drammatiche conseguenze suddette”.

Così commentano la tragedia le Segreterie regionali e territoriali Fillea e Fiom Cgil auspicando nel contempo che le autorità “eseguano con la massima accortezza e celerità tutti gli accertamenti necessari per individuare cause e responsabilità e nell’accertamento delle stesse annunciamo la volontà Cgil, territoriale e regionale di costituirci parte civile”.

“Per quanto ci riguarda – continua la nota – non possiamo esimerci dal constatare come nonostante i ripetuti richiami ed appelli, per ultimo quello di ieri del Capo dello Stato, la sicurezza e la tutela dei lavoratori continua ad essere una problematica fortemente critica, spesso considerato un costo ed un impedimento alla celerità ed al profitto sull’investimento delle opere. Esprimiano a nome dell’intera organizzazione il cordoglio commosso e la massima vicinanza alla famiglia della vittima”.