“Un calcio alle sbarre” al Meeting nazionale dello sport popolare

Advertising

L’ASSURDO CASO GIUDIZIARIO DI ABRAM

Si parlerà dell’assurda vicenda giudiziaria di Alessio Abram, detenuto da un anno nel carcere di Ancona, domani, domenica 23 ottobre, alle ore 10,30 nella terza giornata del Meeting nazionale dello sport popolare che si tiene presso la palestra della ASD Boxe Popolare dello stadio “Gigi Marulla” di Cosenza.

A raccontare la storia di Abram sarà la sua compagna, Silvana Pazzagli.

Presenterà il libro dal titolo “Un calcio alle sbarre”, che attraverso la voce di artisti, intellettuali e amici di Alessio ricostruisce il profilo umano, sociale e giudiziario della sua vicenda.

Abram dovrà scontare una condanna a 5 anni e 2 mesi di reclusione perché sottoposto al divieto di assistere alle partite di calcio della squadra dorica, non è andato a firmare in questura per sette volte.

Nel dicembre scorso la condanna è stata ridotta a 3 anni e 4 mesi, ancora troppi e inaccettabili per una violazione che andrebbe sanzionata a livello amministrativo, non certo con la detenzione, visto che a decidere la sanzione sono direttamente e lai polizia, senza passare per l’autorità giudiziaria.