Una giornata di passione al grido di Verità per Denis

Advertising

E’ stata una bella giornata di passione calcistica per Cosenza. Nonostante il tempo incerto e le poche presenze allo stadio “Gigi Marulla”, gli aficionados più irriducibili hanno avuto di che gioire per tutta la giornata.

Stamattina, all’intitolazione della piazza per Denis Bergamini, insieme a Donata, si sono radunati tanti ultrà ma anche tanti sportivi e sono stati momenti di autentica magia.

band

“Sono emozionatissima – ha detto Donata Bergamini – perche’ a distanza di 26 anni intitolargli una piazza è stupendo. Forse è ancor più bello che intitolargliela subito, perchè vedere che non è mai stato dimenticato per noi familiari è una grande soddisfazione e un bellissimo segno di affetto della città”. “Dietro questo gesto – ha concluso la sorella del calciatore – non c’è   solo il mondo calcistico, ma tutta la città. Ora spero solo che sia fatta giustizia. Parlano le perizie e più di questo nessuno può dire. Siamo in attesa, e siamo anche abituati ai tempi della giustizia che mi auguro ora siano maturi”.

E i ragazzi del gruppo Anni Ottanta srotolando il loro “Verità per Denis” e accendendo i fumogeni hanno reso il tutto ancora più suggestivo. Perchè non è davvero più possibile seppellire la verità che tutti sappiamo.

Poi il Cosenza ci ha fatto soffrire ma ha vinto e quando si portano a casa i tre punti all’ultimo respiro e per di più in inferiorità numerica, vuol dire che c’è spessore e carattere.

Una bella giornata di passione calcistica. Tra passato e presente.

Al grido univoco di Verità per Denis.