Under 17, il Cosenza rimonta due gol a Messina

MESSINA – COSENZA 2-2

MESSINA: Meo, Scaffidi, Benfatta, Maisano, Chiofalo (40′ Leo), Mulè, Latella, Balsamai (49′ Miuccio), Di Vincenzo (49′ Maresca), Carini, Rossano (46′ Pino II). In panchina: Rotella, Lo Pape, Pino I, Amoroso.

COSENZA: Quintiero, Grosso, De Luca, Collocolo (63′ Crisciti), Mc Granaghan (63′ Nicoletti), Bilotta, Ruffolo (66′ Armentano), Iudicelli (66′ Annone), Tribulato (52′ Binetti), Stranges, Pellegrino. In panchina: Abatematteo, Casella, Chiappetta, Pisani. Allenatore: Occhiuzzi

ARBITRO: Raciti di Acireale

MARCATORI: 52′ e 58′ Carini, 70′ Stranges, 78′ De Luca

Il Cosenza Under 17 di Roberto Occhiuzzi e Armando Malvasi si prende un buon pareggio a Messina con una rimonta da manuale ma anche con tanti errori da farsi perdonare.

Il calcio, del resto, è imprevedibile e così può succedere che il Cosenza domina per buona parte del primo tempo, sta per passare in vantaggio e nel suo momento migliore il Messina segna grazie ad un rigore che non c’è, raddoppia, rischia di dilagare e invece nel finale subisce la rimonta.

Gli attaccanti Davide Ruffolo e Marco Stranges
Gli attaccanti Davide Ruffolo e Marco Stranges

I rossoblù sono sempre in piena corsa per classificarsi tra le prime otto e accedere così alla fase finale.

LA CRONACA

La partita è subito aperta con frequenti capovolgimenti di fronte. Collocolo è subito pericoloso al 6′ ma il suo tiro viene deviato in angolo. Il Messina replica con un tentativo di Rossano fermato in uscita da Quintiero.

Al 26′ è Ruffolo che prova la strada del gol in girata ma la palla esce a lato. Subito dopo è bravissimo Quintiero a deviare in angolo una rovesciata quasi a colpo sicuro di Carini.

Al 38′ l’occasione più nitida per il Cosenza: cross di Grosso e sforbiciata di Ruffolo che chiama ad un grande intervento il portiere del Messina.

Il primo tempo si chiude a reti inviolate. Nella ripresa, al 6′ prima occasione per Iudicelli, il cui tiro da fuori area esalta ancora le doti di Meo. Al 9′ assist di Stranges per Pellegrino, che colpisce il palo.

Proprio nel momento migliore del Cosenza, il Messina passa in vantaggio grazie ad un calcio di rigore inesistente. Dal dischetto degli 11 metri Carini si fa parare il tiro da Quintiero ma sulla respinta realizza l’1-0.

Il Messina prende coraggio e i lupacchiotti si innervosiscono. Dopo sei minuti, i siciliani raddoppiano ancora con Carini e la partita sembra chiusa. Anche perché i padroni di casa continuano ad attaccare e al 21′ Pino II sbaglia clamorosamente a porta vuota il gol del 3-0.

Il Cosenza di Occhiuzzi sembra fuori causa: al 25′ miracolo di Quintiero sulla conclusione di Benfatta ed è il preludio alla rimonta.

I difensori Andrea Bilotta e Alessandro Binetti
I difensori Andrea Bilotta e Alessandro Binetti

Al 30′ pennellata dalla trequarti di Binetti per la testa di Stranges che non può sbagliare e riapre la partita. I rossoblù, pienamente rinfrancati, assediano la porta del Messina.

Al 33′ traversa di Grosso con un tiro da fuori area. Al 38′ De Luca, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, realizza di testa il gol del meritatissimo pareggio.