Unical, concorso “chiacchierato”: annullata la preselezione perché sono usciti i nomi dei vincitori

Advertising

Il rapporto tra l’Università della Calabria e i concorsi, ultimamente, è sempre più imbarazzante.

Oggi abbiamo pubblicato la notizia dell’annullamento di un concorso irregolare da parte del Consiglio di Stato ma non è certo la prima volta che ci occupiamo di queste vicende.

L’11 aprile scorso, l’Unical, per esempio, ha pubblicato  sul suo sito istituzionale la notizia dell’annullamento della preselezione per l’ormai celeberrimo concorso “chiacchierato” per il reclutamento di sette unità di personale categoria C dell’area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati, a tempo determinato della durata di anni due.

Si tratta del concorso del quale, tempo fa, Iacchite’ ha annunciato i possibili vincitori.

L’Università della Calabria aveva convocato i circa mille candidati per la prova preselettiva, dividendoli in cinque turni diversi (almeno per la prima…) e abbiamo documentato in diretta come la stessa prova sia iniziata con tre ore di ritardo (!!!) per non meglio specificati problemi tecnici.

Successivamente, i candidati hanno concluso la loro prova ma poi, ad appena tre giorni di distanza, è arrivato l’annuncio che è stato tutto inutile.

uniuniLa comunicazione, firmata dal direttore generale Fulvio Scarpelli, adduceva come motivazione “anomalie tecniche” ovviamente non specificate e dava appuntamento ai candidati a data da destinarsi.

Una procedura che puzza di “problemi” non certamente tecnici lontano un miglio e che potrebbe essere propedeutica ad un clamoroso annullamento del concorso “pilotato”, del quale ormai anche le pietre conoscono i vincitori.

“… Dovranno stare tranquilli tutti i mille e passa candidati, assicura il capo del personale, Fedele Presta (nome e cognome del direttore generale). 
Abbiamo predisposto tutto, non ci saranno sorprese, sono già alla firma le lettere di assunzione per Cannata, Belmonte, De Bonis, Lato, Orlando, Capristo e Caruso.
Sono stati selezionati con metodi inusuali, hanno ottenuto proroghe discutibili ma ora hanno diritto ad essere “temporaneamente” stabilizzati.
I dipendenti del cubo 25 sono in fermento per chi sarà il primo dei magnifici sette.
C’è chi scommette su Marta, figlia della presidentessa del CUG (Comitato unico di garanzia!!!) chi su Luana, molto vicina al segretario particolare del Magnifico (tale Salvatore Panaro), chi ancora su Valeria, la più esperta, che, anche se ha problemi con la giustizia per lo scandalo degli esami falsi, continua ad occuparsi delle carriere degli studenti. Ma evidentemente questo non è un problema, visto che anche la sua “capa” è coinvolta in questa vicenda avendo il marito fra gli inquisiti…”. 
Vuoi vedere che adesso l’Università della Calabria, avendo capito che è inutile procedere in questa pantomima, si tirerà indietro o quantomeno proverà a inventarsi qualcosa per fermare la farsa?
Come sempre, Iacchite’ vi terrà informati in tempo reale.