Unical, ditte amiche al Centro Residenziale: indagato l’ex direttore Francesco Santolla

Il Centro Residenziale dell'Unical

La Guardia di Finanza di Cosenza stringe il cerchio per la sua inchiesta sul Centro Residenziale dell’Università della Calabria.

E’ di ieri pomeriggio la notizia di un vero e proprio blitz effettuato qualche giorno fa all’interno delle strutture del Centro Residenziale nel corso del quale le Fiamme Gialle hanno sequestrato ampia documentazione e anche alcuni computer.

La Guardia di Finanza, ormai dallo scorso mese di gennaio, ha messo gli occhi su una ditta del Cosentino riguardo alla quale sta verificando la sussistenza di una possibile “corsia preferenziale”.

L’attività d’indagine è proseguita in questi mesi e, dopo alcune visite soltanto “amichevoli”, nei giorni scorsi sono scattati sequestri e perquisizioni, insomma si fa sul serio.

luminarieLo schema è simile a quello visto a Cosenza nel caso delle ditte amiche del sindaco Occhiuto e in particolare delle luminarie, vero chiodo fisso del primo cittadino e grande fonte di guadagno per il suo sodale Antonino Scarpelli, titolare dell’ormai leggendaria Med Labor.

All’Università della Calanria le cifre sarebbero diverse ma le dinamiche potrebbero essere simili.

Secondo le indiscrezioni che trapelano, ci potrebbe essere una persona iscritta nel registro degli indagati. Si tratterebbe dell’ex direttore del Centro Residenziale, Francesco Santolla, al quale nei giorni scorsi è stato sequestrato un computer oltre ad altra documentazione. 

Il Centro residenziale, di recente, è stato oggetto di un cambio al vertice che equivale a una piccola rivoluzione per la burocrazia universitaria.

Il suo direttore, Francesco Santolla appunto, che ha ricoperto ruoli tra i più delicati all’interno degli uffici dell’ateneo, è stato infatti trasferito nell’ambito di una rotazione delle cariche manageriali e ricoprirà un nuova mansione. Al suo posto il rettore Crisci ha chiamato Fulvio Scarpelli. 

Quanto alle ditte amiche sotto la lente di ingrandimento della Guardia di Finanza, si sussurra che ci possa essere una ditta di giardinaggio particolarmente in sintonia con l’ex direttore del Centro Residenziale e alla quale sarebbero state assegnati senza gara una serie di lavori, tra i quali la realizzazione di una strada di collegamento tra il CUS e le nuove residenze universitarie.

Negli uffici del Centro Residenziale si respira un’atmosfera molto tesa e sono previsti a breve ulteriori sviluppi.