Unical e barriere architettoniche: la brutta disavventura (a lieto fine) del signor Albino

Advertising

La scorsa settimana un nostro concittadino di Acri, Albino Pellegrino, recatosi all’Unical per assistere alla seduta di laurea del fratello, è stato protagonista di una disavventura.

Il signor Albino, su una sedie a rotelle, ha avuto non poche difficoltà a raggiungere l’aula in cui si teneva la discussione. Si è imbattuto dapprima in un ascensore fuori servizio e, solo dopo varie peripezie, è riuscito a raggiungere un ascensore che funzionasse.

Insieme a sua figlia ha cercato di arrivare al Dipartimento di Umanistica, ma l’ascensore si è improvvisamente bloccato. Per fortuna la paura è durata poco ed il signor Albino è riuscito ad assistere alla discussione, non sapendo che una nuova disavventura lo attendeva fuori dall’aula.

Lo stesso ascensore che lo aveva portato al piano, alla fine della seduta, risultava fuori servizio. Per più di un’ora il signor Albino e la sua famiglia sono rimasti in preda al panico ed alla tensione non sapendo come lasciare la struttura.

Solo grazie all’intervento del personale amministrativo sono riusciti ad uscire dal Dipartimento, ma con grandi difficoltà, a causa del percorso impervio da attraversare in carrozzina.

Il signor Albino ha voluto denunciare l’accaduto per sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi che devono affrontare quotidianamente i portatori di handicap, a causa dell’altrui noncuranza.

Con questo ci auguriamo che all’Unical si prendano provvedimenti per riparare gli ascensori e rendere più fruibile le aule anche a chi ha difficoltà di deambulazione affinché altri, in futuro, non debbano affrontare le stesse peripezie del signor Albino.

tratto da Acrinrete

http://www.acrinrete.info/mobile_news.asp?id=9533