Unical, seconda rata: la CGIL Giovani chiede una proroga

Advertising

COMUNICATO STAMPA SECONDA RATA UNICAL, UNA VERGOGNA. CGIL GIOVANI COSENZA CHIEDE UNA PROROGA.

Dal 9 giugno 2017, con ampio ritardo, è possibile finalmente scaricare dal nuovo portale ESSE 3 il tanto atteso bollettino MAV per il pagamento della seconda rata.

Un ritardo che, come Cgil Giovani Cosenza, avevamo già denunciato qualche settimana fa. Ritardo causato da problemi tecnici dei sistemi informatici di ateneo e che purtroppo andrà a pesare sulle spalle delle famiglie calabresi, con figli iscritti all’Unical, a causa delle imminenti scadenze.

La nuova scadenza per il pagamento del MAV, infatti, è fissata per il 30 giugno 2017, termine tra l’altro già prorogato. Considerando che il MAV è uscito solo il 9 giugno, il tempo lasciato agli studenti e alle famiglie per effettuare il pagamento è troppo breve, solo una ventina di giorni.

Il ritardo nell’uscita dei bollettini ha causato, inoltre, la perdita del diritto a poter rateizzare l’importo della seconda rata, in modo da rendere meno gravoso il pagamento delle tasse, che quest’anno risultano ancora più alte a causa degli aumenti già da noi denunciati ad inizio anno accademico.

Alla luce di questa situazione difficile e caotica e considerando il disagio che si è venuto a creare, come Cgil Giovani Cosenza chiediamo: – che venga concessa una ulteriore proroga a chi voglia pagare in una volta sola l’intero importo relativo alla seconda rata, fissando la nuova scadenza al 31 luglio 2017; – di concedere la possibilità di rateizzare l’importo della seconda rata a tutti coloro che ne facessero richiesta, fissando come termini utili: 30 giugno prima quota, 31 luglio seconda quota, 31 agosto terza quota, in modo da dare un po’ di respiro alle famiglie calabresi nel pagamento della seconda rata. Rinnoviamo anche l’invito a pubblicare a breve i nuovi bandi per il nuovo anno accademico, onde evitare ulteriori disagi nel periodo estivo.

Cgil Giovani Cosenza