Vasco Rossi “infiamma” Messina: 40mila in delirio

Uno straordinario successo, oltre ogni aspettativa, un’atmosfera fantastica per il concerto di Vasco Rossi a Messina. Oltre 40mila i fan da tutta Italia (ma soprattutto dal Sud) che ieri notte sono accorsi nella città dello Stretto per l’ultima tappa estiva del suo “Non stop live tour 2018”, che ha riportato il rocker a girare l’Italia dopo il maxi-raduno di Modena Park.

Emozione e adrenalina pura quella che si è respirata allo stadio San Filippo, dove Vasco ha calcato il palco esibendosi nei brani più amati del repertorio. “VivaMessina…vivaLaSicilia… evviva questa notte! (ore 21.15 dal palco..only4u)”- ha scritto Vasco nella sua pagina facebook e insieme a lui al San Filippo c’era anche il mitico bassista di Imola Claudio Golinelli, che dopo alcuni problemi di salute è salito sul palco per la chiusura del concerto.Pubblico in delirio sulle note di Vita spericolata, Albachiara, C’è chi dice no, Gli Spari sopra, Stupido Hotel, Siamo soli, Domenica Lunatica, Il Mondo che vorrei e il Medley Elettro Dance e ancora Rewind, Un Mondo migliore, Senza Parole, Vivere e l’intramontabile Sally. Un concerto indimenticabile.

“Cosa succede in città… cosa succede in città”. “Guarda lì, guarda là che confusione”… Sono le prime strofe che hanno aperto il concertone di Vasco Rossi  ieri sera a Messina.

Uno spettacolo, anche stavolta il Blasco ha riempito gli spalti e anche stavolta ha fatto sognare migliaia di fan. Quarantamila almeno. Un “esercito”, accampato (ma in festa) da giorni, per vedere il “Komandante”. Lui, Vasco, il rocker senza tempo, che riesce ad aggregare generazioni diverse: da quelle degli anni Ottanta, cresciuti a pane e “Albachiara”e “Colpa d’Alfredo”, ai millenials di “Stupido Hotel” e “Ti prendo e ti porto via”. E non è ancora finita!