Vaticano: la procura di Terni indaga sulla Chaouqui e sul marito

Francesca Chaouqui e suo marito Corrado Lanino
Advertising

Bocche cucite stamani alla procura di Terni sull’indagine che secondo quanto riportano il Corriere della Sera e il Messaggero coinvolge l’esperta di pubbliche relazioni Francesca Immacolata Chaouqui, nata e cresciuta a San Sosti, in provincia di Cosenza, e il marito Corrado Lanino per estorsione e intrusione informatica.

Il sostituto procuratore titolare del fascicolo Elisabetta Massini non ha voluto nemmeno incontrare i giornalisti. Secondo il Corriere si delineerebbe un quadro di pressioni e ricatti simile a quello che ha coinvolto monsignor Lucio Angel Vallejo Balda e la stessa Chaouqui. Soprattutto le indagini hanno delineato – secondo il quotidiano – un’attivita’ illecita che avrebbe consentito di entrare in numerosi computer e carpire informazioni riservate da utilizzare poi per ottenere favori e incarichi per la coppia ma anche per persone a loro vicine. Il fascicolo e’ nato nell’ambito degli accertamenti sul dissesto della curia ternana che avevano coinvolto anche monsignor Vincenzo Paglia, la cui posizione e’ stata poi archiviata.

Francesca Chaouqui comunque non ha ricevuto alcuna comunicazione formale dell’indagine a carico suo e del marito da parte della procura di Terni. Ne’ e’ stata sentita in questo ambito. E’ quanto si apprende dal suo difensore, l’avvocato Giulia Bongiorno. “Non sappiamo assolutamente nulla”, si e’ limitata a dire il legale rispondendo all’ANSA.

(ANSA)